La nonna di Foggia non ce l'ha fatta: addio alla simpatica Iolanda di «Fatt cutte e magnate»

Ultimi articoli
Newsletter

Foggia | si è spenta nonna iolanda

La nonna di Foggia non ce l'ha fatta: addio alla
simpatica Iolanda di «Fatt cutte e magnate»

Oggi è andata via un pezzo di Foggia. Serenamente si è spenta Nonna Iolanda, la simpatica vecchina che spiegava in dialetto le ricette tipiche del arte culinaria di Foggia

di Valentina Pietrocola

Nonna Iolanda
Nonna Iolanda

FOGGIA | Si è spenta serenamente questa mattina Nonna Iolanda, una delle protagoniste più famose della rubrica enogastronomica «Fatt, cutte e magnate», che faceva il verso alla celebre rubrica Cotto e mangiato della Parodi. L’ idea di riprendere e insegnare la vera cucina foggiana tramite video tutorial è da attribuire a Carlo della Pace, che vede in Nonna Iolanda la conduttrice adatta di questo programma: poche parole le bastavano infatti per trasformare qualsiasi piatto in una barzelletta.

Chi non la ricorda con indosso la maglia del Foggia e il grembiule, mentre prepara il famoso Pan cotto foggiano, o u cucenille (piatto tipico a base di uova, ricotta e cipolla)?

Il successo della rubrica, non è legato solo alle ricette antiche che fanno parte della nostra tradizione culinaria, ma anche alla dolcezza e alla spiritosaggine di questa signora che in maniera naturale scherza e ride con la telecamera mostrando passo dopo passo e in dialetto l’arte della cucina foggiana.

Diversi sono i siparietti celebri, come quello con Zio Aldo o con Zia Mariassunta per la realizzazione di scagliozzi (polenta fritta) o del sugo della domenica (con le brasciole, le intracchie, padej).

Memorabile la conclusione delle sue ricette e il suo sorriso disarmante davanti alla telecamera: «Fatte cutte e magnate», tre semplici parole che dette da lei provocavano subito un sorriso sulle labbra degli spettatori; a detta sua per far della buona cucina non c’erano segreti, bastava semplicemente cucinare a dovere.

La nonna di Foggia purtroppo non ci delizierà più con i suoi piatti tipici, domani pomeriggio infatti saranno celebrati alla Chiesa di San Ciro alle 16.30 i suoi funerali

Sabato 12 aprile 2014
Ultima modifica: sabato 12 aprile 2014

© Riproduzione riservata

2675 visualizzazioni

Commenti
Lascia un commento

Nome:

Indirizzo email:

Sito web:

Il tuo indirizzo email è richiesto ma non verrà reso pubblico.

Commento: